OSPITI |

 

Romano Gasparotti                                                                           Inganno • 30/11/2017 | h. 18:15

Filosofo

 

Romano Gasparotti, filosofo, saggista e docente di discipline estetico-filosofiche, è nato a Venezia nel 1959 e risiede nel veneziano. Dopo aver frequentato il Liceo classico, si è laureato nel 1983 in Filosofia teoretica all’Università Ca’ Foscari di Venezia con Emanuele Severino, del quale è stato assistente. Dal 1984 ai primi anni ’90 ha collaborato con Massimo Cacciari, presso l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, dopodiché, su invito di Giuseppe Ciribini, ha collaborato con il Dipartimento di Progettazione architettonica del Politecnico di Torino ed è stato borsista in ricerca presso l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli. Dal 1982 al 2002 ha fatto parte del Gruppo dirigente della Fondazione Istituto “A. Gramsci” del Veneto, promuovendo, organizzando e coordinando convegni, seminari e iniziative di carattere filosofico-culturale.     Dal 1986 ha curato e continua a curare con Massimo Donà l’opera postuma ed inedita del filosofo transattualista Andrea Emo pubblicata presso gli editori Marsilio, Bompiani, Cortina e . Ha fatto parte del gruppo fondatore e della redazione della rivista di filosofia “Paradosso”(condiretta da M.Cacciari, S.Givone, C. Sini, V.Vitiello) e della rivista di architettura e arte “Anfione e Zeto” con la quale continua a collaborare(nella sezione Le Idee). E’ membro del Comitato scientifico della rivista internazionale Phenomenology and Mind diretta da Roberta De Monticelli e, dalla sua rifondazione, redattore del Giornale Critico di Storia delle Idee, inoltre, dal 2009, collabora regolarmente con la rivista di ricerca letteraria Anterem. E’ membro del Comitato scientifico di ICONE – Centro Europeo di Ricerca di Storia e Teoria dell’Immagine sorto presso l’Università S.Raffaele di Milano sotto la direzione di Andrea Tagliapietra. E’ consulente della Fondazione Morra/Museo Hermann Nitsch di Napoli, dove, nel 2011, ha fondato il Movimento artistico-filosofico Diastema. Per un’arte festiva. Ha insegnato Filosofia Teoretica e Ontologia dell’Arte presso l’Università S.Raffaele di Milano, con la quale tuttora collabora. Attualmente è docente di Fenomenologia dell’Immagine presso l’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano(dove tiene anche il corso di Comunicazione nel Dipartimento di Teorie e Pratiche della Terapeutica artistica). Ha collaborato e collabora con artisti visivi, musicisti e coreografi sia in qualità di critico e curatore, sia, occasionalmente, in qualità di performer.

 

 

EVENTI

MANIFESTO

HOME

OSPITI

PRENOTAZIONI

CALENDARIO